Blog

UNA ZEBRA A POIS

UBUNTU FESTIVAL, UN NUOVO IMMAGINARIO DELL’IDENTITà AFRICANA

Facciamo un gioco. Sappiamo tutti figurarci l’immagine iconica di un esemplare di zebra: un equino con il manto a strisce bianche e nere, lanciato in una corsa per la sopravvivenza attraverso il paesaggio brullo della savana. Oppure possiamo immaginare una zebra che placidamente si disseta al fiume assieme al suo branco formato da decine di zebre apparentemente una uguale all’altra.

Tutto perfettamente leggibile, comprensibile, confortevole. Nella nostra mente, quell’asino a strisce è l’essenza della Zebra.
Adesso immaginiamo quella stessa zebra, ma con il manto a pois. Che curiosità! Ci accorgeremo osservando con più attenzione che non c’è una zebra uguale ad un’altra e potremo anche spingerci a mettere in discussione quell’idea di zebra che abbiamo nella mente.

L’Africa è un continente in continua e rapida evoluzione che si contrappone proprio per questa dinamicità di sviluppo alla staticità della visione tradizionale del vecchio continente.
UBUNTU Festival si propone di mettere in evidenza quegli aspetti dell’Africa contemporanea che possiamo trovare solo con un cambio prospettico nella narrazione dell’identità del continente africano. Un’identità africana che ormai non è più racchiusa nei confini geografici di quella rilevante porzione di mondo, un’identità in trasformazione perenne nei luoghi, nei modi, nelle interazioni con il mondo globalizzato.

Se è vero, come è vero, che siamo tutti portatori di un briciolo della terra d’Africa, è anche vero che abbiamo dimenticato, spesso incolpevoli, dello straordinario contributo che le culture africane hanno portato all’evoluzione della società umana.
Ubuntu ha così l’ambizione di proporre una strategia di sviluppo culturale impegnato a instaurare un forte legame con un continente tanto diverso culturalmente quanto vicino geograficamente. Vogliamo costruire un ponte sul Mediterraneo, un mare che rappresenta la storia dello scambio culturale tra territori così diversi ma che sta diventando sempre più il simbolo della difficoltà di trovare punti di incontro tra i popoli delle sue sponde.

Ubuntu si propone di mettere in evidenza l’ Africa fuori dagli stereotipi e di creare un luogo di incontro e di scambio culturale fra le nuove generazioni africane disseminate in Europa e in Italia e i loro paesi di origine, in un festival diffuso nel tempo e nello spazio, ricco di spunti di conoscenza e di occasioni di riflessione sulla ricchezza del mosaico di culture che racchiude in sé l’identità del continente nero.

Ada Tattini